Arcabuz
  • Arcabuz
  • Arcabuz corto

Archibugio

Replica dell'archibugio, la leggendaria arma da fuoco ad avancarica, predecessore del moschetto e successore dei fucili da caccia e di altre armi pionieristiche, utilizzate sia dalla cavalleria che dalla fanteria. XVI secolo.

574,38 €

Quantità
Ultimi articoli in magazzino

L'archibugio, l'arma da fuoco portatile

L'archibugio è una delle prime armi da fuoco portatili a fare la sua comparsa sul campo di battaglia. L'uso massiccio di archibugi in combinazione con picche e altre armi medievali è all'origine dei Tercios spagnoli, che sono stati sempre all'avanguardia in termini di tecnologia, istruzione e tattica nell'uso dell'archibugieria, sia per i fanti che per i cavalieri. L'archibugio è un predecessore del moschetto, con il quale, tuttavia, condividerà l'esistenza negli eserciti, così come la meccanica e altre similitudini. Quest'arma rivoluzionò l'arte della guerra all'inizio del XVI secolo.

L'archibugio è un'arma ad avancarica, con una chiave a stoppino lento che può essere azionata per mezzo di una leva. Quando la leva, il predecessore del grilletto, viene tirata, la stella filante scende nella tazza, dove la polvere da sparo, precedentemente depositata lì con la fiaschetta, brucia e viene trasmessa alla canna attraverso l'orecchio. Si trattava di un meccanismo semplice che, tuttavia, richiedeva una grande esperienza per diventare pienamente operativo. Il meccanismo era sensibile alla pioggia e all'umidità, oltre che alla furtività, poiché la miccia accesa rivelava la posizione dell'archibugiere nel cuore della notte o nella nebbia.

Le dimensioni e il calibro dell'archibugio erano sempre variabili, con versioni più grandi e più piccole. Secondo alcuni trattati di artiglieria, si può dire che nelle versioni medie degli archibugi la canna poteva essere di circa 80 cm (4 palmos de vara castella) e pesare circa 10 libbre (circa 4 kg). Questa replica ha un mocho (calcio) quasi dritto, in stile castigliano, senza la tipica curva degli archibugi europei che erano di moda alla fine del XVI secolo.

Per quanto riguarda i cavalieri, gli archibugieri a cavallo presenti nei Tercios sono un'evoluzione dei noti balestrieri a cavallo che esistevano negli eserciti ispanici di un tempo. Pertanto, la comparsa degli archibugieri montati significò solo l'adattamento di queste unità alle nuove esigenze. Tuttavia, l'archibugiere a cavallo aveva la particolarità di poter combattere come fanteria se le esigenze lo richiedevano (un'anticipazione di quelli che sarebbero stati chiamati dragoni nel XVII e XVIII secolo). L'archibugio portato da questi singolari cavalieri sarebbe stato inizialmente simile a quello portato dai loro compagni di fanteria, ma date le dimensioni di quest'arma, col tempo i cavalieri l'avrebbero accorciato per renderlo più facile da maneggiare a cavallo. Questo accorciamento sarebbe stato il primo passo verso la creazione della carabina.

Un altro equipaggiamento dell'archibugiere

Tra le attrezzature di base dell'archibugiere vi erano i contenitori di polvere da sparo o caricatori di polvere da sparo. Nei Tercios si usavano casse di polvere da sparo in corno, ma anche altri contenitori più elaborati, che venivano chiamati frascos e frasquillos, a seconda delle dimensioni del contenitore. La fiasca conteneva la polvere da sparo più grossolana e meno raffinata, che veniva utilizzata per innescare la canna dell'archibugio. La fiaschetta conteneva la polvere da sparo più fine e raffinata, che veniva utilizzata per innescare gli archi degli archibugi e dei moschetti. I moschettieri smisero di usare le fiaschette quando vennero imposti i dodici apostoli per innescare le canne dei moschetti.

Secondo Julio Albí de la Cuesta, l'archibugiere, l'archibugio, con le sue fiaschette e i suoi sacchetti, e la celada o il morione "perché assicurano e spaventano", ma "non devono essere troppo alti perché il nemico, quando entra in una trincea, lo scopra meno".

La fiasca è stata quindi utilizzata soprattutto nel XVI secolo, l'epoca d'oro dell'archibugio. Naturalmente, adottò molti aspetti, forme e decorazioni. Si sono conservate fiaschette molto elaborate, realizzate con metalli preziosi e ricchi ornamenti.

L'archibugiere di solito portava la fiaschetta attaccata al fianco all'altezza della coscia, trattenuta alla cintura da corde o direttamente dalla parte metallica attaccata alla fiaschetta.

In origine, l'equipaggiamento di un archibugiere era completato da una corazza e una spalliera come armatura di base, un copricapo (o morione o cabasset), una spada, un pugnale e, a volte, una pistola. Tuttavia, la ricerca di una maggiore comodità ha fatto sì che le armature venissero abbandonate, tranne che per i capitani e i luogotenenti, ai quali veniva raccomandato di indossarle nei vari trattati militari.

Un bellissimo oggetto da collezione e un accessorio indispensabile per i rievocatori.

Dettagli:

  • Lunghezza totale: circa 115 cm
  • Lunghezza della canna: circa 72 cm
  • Peso: circa 4 kg
  • Calibro 61

Peso di spedizione: 4,50 kg

Archibugi per la rievocazione storica

Le nostre repliche di armi da fuoco sono destinate alla rievocazione storica. La canna non è stata forata, quindi l'arma non è ancora funzionante. Sono libere per la vendita, il trasporto e la detenzione in Europa. Tuttavia, la qualità e le prestazioni sono quelle di un'arma ad avancarica. La sua modifica per la detonazione della polvere è molto semplice da parte di un armaiolo specializzato (foratura dell'orecchio). La Casa del Recreador offre consulenza e assistenza per questo adattamento e la successiva legalizzazione come arma autorizzata. Contattateci.

Per una migliore esperienza di acquisto, il rievocatore può leggere l'articolo specifico del nostro blog, dedicato alle prime armi da fuoco portatili.

archibugio e moschetto

Romeo Armeria Storica
102090001
1 Articolo

Scheda dati

Material
Acero
Madera

Potrebbe piacerti anche

Moschetto spagnolo del XVI secolo

Splendida replica di un moschetto spagnolo con chiave a leva per lo stoppino. Per la rievocazione storica del XVI secolo, l'età dell'oro spagnola.

Prezzo 615,70 €

Piccolo flacone

Replica di un piccolo flacone specializzato degli archibugieri e moschettieri. XVI-XVII secolo.

Prezzo 198,35 €

Flacone

Replica di un flacone da archibugiere specializzato, XVI secolo.

Prezzo 297,52 €

Scarpe spagnole

Scarpe per uso civile e militare nella Spagna del XVI-XVII secolo.

Prezzo 78,51 €
Commenti (1)
Valutazione
Ancora nessuna recensione da parte degli utenti.
arrow_upward